Categorie
Informazioni

SOS Fauna

Tutto quello che occorre sapere su come comportarsi, cosa fare e chi chiamare quando si trova un animale selvatico in difficoltà.

La legge 157/92 “Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per prelievo venatorio” che ha recepito interamente la direttiva CEE n.409 del 1979 nota come la “Direttiva Uccelli”, ripresa dalla L.R.del Veneto n.50/1993, vieta la cattura e la detenzione di nidi, uova e piccoli nati di mammiferi ed uccelli appartenenti alla fauna selvatica, salvo alcuni casi specifici previsti e comunque sempre preventivamente autorizzati.

Con determinazione dirigenziale n. 371 del 7.2.2017 l’incarico in oggetto è stato assegnato alla Clinica Veterinaria del Benvenuto del dott. Tarricone Luciano a partire dal 1° marzo 2017.

L’impresa aggiudicataria si è impegnata a prendere in consegna gli esemplari entro 24 ore dalla segnalazione, effettuandone il prelievo in tutti i comuni del territorio della città metropolitana di Venezia, sia su segnalazione del Corpo di Polizia metropolitana, sia su segnalazione di cittadini ed Enti terzi, con l’intesa che gli animali oggetto del recupero devono essere già nell’effettivo possesso della persona che richiede l’intervento e non in condizioni di libertà sul territorio;
Le segnalazioni potranno essere effettuate 24 ore al giorno per tutti i giorni della settimana ai seguenti recapiti telefonici:

0425 947670 e 339 4682583

Al di fuori delle giornate e degli orari di reperibilità si dovrebbe cercare di tenere l’animale in casa, al sicuro.

Prima di chiedere il soccorso l’animale deve essere già nell’effettivo possesso della persona che chiede il soccorso. L’animale catturato dovrà essere, in attesa del soccorso, collocato in una scatola di cartone chiusa, con dei fori per la circolazione dell’aria e collocato in un locale al di fuori dei rumori e maneggiato il meno possibile. E’ opportuno che la persona che cattura l’animale usi dei guanti protettivi e, per uccelli dotati di becchi particolari (come ad esempio gli aironi) usi un telo e tenga l’animale a distanza dal viso.
Delucidazioni o chiarimenti anche per il primo soccorso, qualora non fosse reperibile il soccorritore sopra indicato, possono essere richiesti alla nostra Associazione ai numeri presenti nel sito.

Per problemi o altre segnalazioni, rivolgersi all’Ufficio Caccia e Pesca della Città Metropolitana di Venezia, al numero 041 2501151.

Qualche precisazione per chi trova giovani uccelli non volanti:

Se si trova un giovane uccello con tutte le piume ma ancora inabile al volo, che non sembra avere traumi evidenti, pur essendoci la possibilità che   questo venga mangiato da gatti o altro, andrebbe posto comunque nelle immediate vicinanze del luogo di ritrovamento in un posto rialzato (meglio se albero o cespuglio) in modo che possa essere nutrito dai genitori.

L’uscita dal nido prematura è spesso cosa abbastanza consueta, in molte specie; detenere un uccellino in gabbia, anche per poco, vuol dire condannarlo ad una vita in cattività. Ma certo questo non deve essere letto “guai a toccarli”, perché l’aiuto di un essere umano  – in certi casi – può  essere fondamentale per allontanare un gatto (basta poco a spaventarli senza fargli alcun male) e/o a fare raggiungere all’uccellino un ramo bello alto,  lontano da cani e ruote d’auto.

18 risposte su “SOS Fauna”

Salve, in zona Dolo / Fiesso d’Artico ieri è stato ucciso un cigno maschio da un pescatore, adesso resta sulla riva del Naviglio la femmina in cova. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri, cosa si può fare per salvaguardare questa cosa? Grazie

Grazie! La persona è stata individuata e sarà perseguita con un processo penale ed amministrativo. Ora seguiamo la femmina in cova, che non le succeda nulla. In caso di necessità chiamare h 24 il 1515 carabinieri forestali e richiedere un intervento.
Un caro saluto
Gianpaolo Pamio
Delegato LIPU Venezia

Buongiorno,
sempre sulla riviera del Brenta nel tratto di canale tra Oriago e Malcontento vivono 2 Cigni.
Fino a poco tempo fa la femmina era in cova. Oggi mi sono accorto che le uova sono sparite ma non ci sono i piccoli.
Anche l’anno scorso é successa la stessa cosa.
Per caso siete a conoscenza del fatto?

Caro amico,
sarebbe da verificare che le uova, una volta giunte alla schiusa, i pulli non siano stati predati da altri animali come volpe o donnola, verifichi tracce od elementi che portano a questo. Non sono da escludere delle asportazioni dei nidiacei da parte di qualche persona, anche questo andrebbe approfondito parlando con gente del posto. Provvederemo ad informare la sezione guardie volontarie per degli accertamenti in loco.
Un cordiale saluto
Gianpaolo Pamio
Delegato LIPU sezione Venezia

Buongiorno, a Dolo in un sottoportico vicino alla fermata dell’autobus in direzione Padova ho notato due piccioni a terra visibilmente malati. In questi casi come dovrei comportarmi?

Cara amica,
grazie per aver pensato alla LIPU, il colombo di città non è una specie selvatica indi non rientra tra quelle recuperabili e comprese dalla Città Metropolitana. Sono molti anni che la LIPU lotta per difendere i diritti di questa specie, senza ottenerne risultati. Tutti gli uccelli hanno il diritto di essere curati ed assistiti quando ammalati. Il colombo di città non essendo fauna esotica o selvatica, per esclusione, alla sua cura compete l’ufficio ambiente del Comune di appartenza, in questo caso di Mirano.
Se ci sono problemi contatta direttamente i cellulari di Sezione presenti nel nostro sito.
Un caro saluto
Il delegato della Sezione LIPU di Venezia
Gianpaolo Pamio

Nei pressi del nostro giardino abbiamo recuperato un picchio verde ferito.
Attualmente lo abbiamo riposto in una scatola.
Qualcuno sa dirmi come poterlo nutrire e dove posso portarlo x una eventuale cura ? Grazie.

Grazie per aver pensato alla LIPU, in casi del genere, corretto mettere l animale dentro una scatola, sufficientemente grande, ottimo uno scatolone, al buio, in silenzio, attendere almeno 8 ore. Dopodiché aperto la scatola il picchio potrebbe essersi ripreso e volare via. Nella maggior parte dei casi si tratta di collisioni su vetrate degli edifici. Se l uccello non è ancora in grado di volare contatta i numeri per il soccorso presenti nel sito. Il prelievo e cura sono gratuiti, non devi pagare nulla.
Cordialmente
Gianpaolo Pamio

Buongiorno . In zona San Samuele gira un uccello incapace di volare . Non si fa avvicinare. C’è qualcuno che posso chiamare?

Cara amica,
Grazie per aver pensato alla LIPU, per il recupero fauna in difficoltà si attenga alla lettera su quanto scritto bel sito.
Se si tratta di un giovane, ci sono i genitori che lo seguono a distanza e lo alimentano finché non si invola

Un cordiale saluto
Dr. Gianpaolo Pamio
Delegato lipu ve

Buongiorno!
Ieri ho trovato nel cortile del condominio un povero colombo spennato da un cane o da un gatto.
Gli ho messo dell’acqua e dei grani che avevo in casa ma non posso prenderlo perché in casa ho due gatti.
Questa mattina era ancora un una zona riparata del cortile.
Cosa posso fare?

Cara amica,
Grazie per aver pensato alla LIPU, forse ci siamo già sentiti telefonicamente, nel caso ci riscriva,
Cordiali saluti
Dr. Gianpaolo Pamio
Delegato lipu venezia

Buonasera, questa sera sul ponte degli Scalzi a Venezia tre ragazzi avevano al ‘guinzaglio’ due barbagianni e un altro uccello che non sono riuscita ad identificare. Li posavano sulla spalla dei turisti chiedendo soldi. Alla polizia non mi hanno saputo dire se la situazione era lecita o meno e io non saprei chi contattare. È possibile in Italia girare con questi animali in queste condizioni?
Grazie

Grazie per aver pensato alla LIPU, in casi del genere è da chiedere l intervento della polizia locale o polizia metropolitana sul posto, competenti per materia. Sono da identificare le persone, constatare il buono stato degli uccelli anche chiedendo in loco un veterinario dell ulss, se gli uccelli sono selvatici quindi non ibridi, e protetti, devono avere un permesso con deroga, per il singolo animale, alla detenzione ed all intrattenimento in luogo pubblico. Nonché se il regolamento di polizia locale del Comune interessato autorizza tale attività di strada.
In caso di trattenimento non consentito scatta la denuncia penale ed il sequestro dell esemplare.
Un cordiale saluto
Il delegato Lipu venezia
Dr. Gianpaolo Pamio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *